Cinque anni insieme: ecco l'evento imprese di Insieme per il lavoro

Di fronte alla platea di imprenditori sono intervenuti alla tavola rotonda il sindaco metropolitano, Matteo Lepore, il Cardinale Matteo Maria Zuppi e l'assessore regionale al Lavoro, Vincenzo Colla

 

Una serata all’insegna del confronto, dell’amicizia, del ritrovarsi finalmente dopo tanto tempo. Questo e molto altro è stato martedì l’evento delle imprese, l’appuntamento di networking informale organizzato da Insieme per il lavoro. Nella splendida cornice di Villa Smeraldi a Bentivoglio c’erano il sindaco metropolitano Matteo Lepore e il cardinale Matteo Maria Zuppi, l’assessore regionale al Lavoro Vincenzo Colla e tutti gli amministratori, un centinaio fra le imprese che collaborano con il progetto e gli stakeholders.

Una festa, pensata per incontrarsi, per fare rete, per dialogare in modo schietto su temi delicati e importanti: le prospettive future del lavoro a Bologna, il fabbisogno delle imprese e quello delle persone in fatto di occupazione, i giovani e il buon lavoro, la crisi energetica, le comunità che cambiano, l’esportazione del modello “Insieme per il lavoro” anche al di fuori dei confini emiliani.

“Cinque anni insieme” è stato il titolo della serata, un’occasione per fare il punto sui primi cinque anni di attività del progetto guardando con fiducia alle sfide future. La prima parte dell’evento è stata dedicata al dibattito. “Dobbiamo essere contenti dei risultati ottenuti in questi cinque anni – ha detto l’arcivescovo di Bologna, Matteo Maria Zuppi, durante la tavola rotonda, moderata da Ilaria Vesentini di Il Sole 24 Ore -. Ma non basta, è necessario accogliere con favore le sfide nuove e farci trovare preparati lavorando insieme, perché la collaborazione, come è stato fin qua, è ciò che ci permetterà di affrontarle”.

Per il sindaco metropolitano, Matteo Lepore, “Insieme per il lavoro è un esempio di cosa questo territorio può fare. Azioni – ha spiegato – che vanno nella direzione della continuità, della cultura del fare, della solidarietà. Nei prossimi cinque anni dobbiamo capire da un lato come creare una governance che ci permetta di salvaguardare il lavoro di questi cinque anni e farlo crescere, dall’altro come far sì che questo strumento ci aiuti nelle sfide di oggi. Dobbiamo avere sempre l’ambizione di creare lavoro, un lavoro buono che porti dignità per le persone, e affrontare i temi che interessano le nostre comunità”.

Eppure, i numeri della cassa integrazione sono alti, mentre le imprese cercano personale qualificato senza trovarlo. Le difficoltà ci sono anche in un territorio d’eccellenza come l’Emilia-Romagna, sebbene più fortunato e attento, rispetto ad altri, ai temi di interesse collettivo. “Il lavoro è prezioso, come sottolinea lo slogan di Insieme per il lavoro, ma è anche un rifugio: è lì che si crea la dignità – ha commentato l’assessore regionale al Lavoro, Vincenzo Colla -. La precarietà fa le imprese precarie. Non basta quindi attrarre, ma bisogna dare stabilità. E’ il punto più strategico che un’istituzione può mettere in campo”. E ancora: “Quando alla Regione è stato chiesto di entrare nel progetto, sono stato personalmente molto contento perché eravamo di fronte a uno strumento che non investe sull’assistenza bensì sulla rigenerazione delle persone. Ed è questo un aspetto di grande qualità per il nostro territorio”.

Ma non si può parlare di stabilità senza coinvolgere i giovani nelle politiche del lavoro. “Dobbiamo recuperare la fiducia nei giovani che sono una straordinaria risorsa – secondo il sindaco Lepore -. E’ necessario dedicare loro delle politiche”. Ma anche “mettere in campo strumenti che riducano la distanza tra Nord e Sud e guardare alle aree fuori dai capoluoghi”.  No dunque, alle battaglie ideologiche, sì invece alla “capacità – ha detto Lepore – di recuperare gli strumenti che funzionano: l’esperienza di Insieme per il lavoro di avere un board di imprese e mettere in campo un dialogo con loro ci insegna che confrontarsi ci permette di adattare gli strumenti e utilizzare quelli che funzionano meglio”.

Dopo il dibattito con gli amministratori, gli ospiti della serata hanno lasciato le sale della villa e sono spostati in giardino per un momento conviviale curato dalla cooperativa sociale Anima che si dedica all’inserimento lavorativo di persone diversamente abili e gestisce Villa Smeraldi e il suo parco.

 

VIDEO: Quali azioni intraprendere per aiutare chi cerca lavoro nel territorio metropolitano? Risponde l'assessore regionale al Lavoro, Vincenzo Colla

VIDEO: Quanto è importante il lavoro nelle politiche della Città metropolitana e del Comune di Bologna? Le parola del Sindaco Matteo Lepore

VIDEO: Insieme per il lavoro ha appena compiuto 5 anni. Si aspettava di festeggiare questo traguardo? La risposta dell'Arcivescovo di Bologna, Matteo Maria Zuppi

 
 
Galleria Fotografica