Gli effetti del decreto dignità

Si è svolto a Nomisma il seminario sugli effetti del decreto dignità

 

Si è svolto oggi il seminario pensato in collaborazione con Nomisma dal titolo Gli effetti del “Decreto dignità”: una prima analisi.

L’incontro ha approfondito gli effetti che il decreto dignità ha avuto sul mondo del lavoro nell'area metropolitana bolognese.

Al primo intervento di Concetta Rau che ha offerto  uno spaccato sui primi effetti legati alla riforma, sono seguiti gli interventi della Regione Emilia Romanga con Morena Diazzi e l'intervento conclusivo di Marco Lombardo.

Hanno partecipato più di cinquanta persone tra cui  diversi esponenti delle associazioni di categoria e dei sindacati oltre che il mondo delle imprese ed esperti del tema.

In estrema sintesi:

- E' diminuito il numero di nuovi contratti a tempo determinato?

Sì, ma in modo contenuto

- E' diminuito il numero di proroghe di contratti a tempo determinato?

Sì, in modo piuttosto evidente

- E' aumentato il numero di trasformazioni di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato?

Sì, ma l'entità sembra trascurabile se confrontata con alti mesi del 2018

- Nel complesso, si è ridotto l'impiego dei contratti a tempo determinato?

Sì, ma l'evidenza non è sempre chiara.

 

- E' aumentato il numero di nuovi contratti a tempo indeterminato?

Sì, ma in misura modesta

- nel complesso, è cresciuto l'impiego dei contratti a tempo indeterminato?

Sì, ma in misura paragonabile a mensilità precedente le modifiche normative.

 

Tutti i dettagli sono scaricabili nel materiale riportato sotto