Porta Pratello: innovazione sociale nel quartiere Porto-Saragozza

ArciBologna, Caritas Diocesana e la Cooperativa Idee in Movimento si uniscono per dare vita ad un progetto innovativo

 

Insieme per il lavoro supporta progetti di Innovazione Sociale con l’obiettivo di favorire l'inserimento lavorativo e l’integrazione sociale di persone svantaggiate. Nel corso del 2020, Insieme per il lavoro all’interno dei percorsi dedicati ai Progetti locali di Innovazione Sociale, ha accompagnato e sostenuto diverse organizzazioni del terzo settore tra cui quella di ArciBologna, Caritas e la Cooperativa Idee in Movimento che si sono unite per la realizzazione di un progetto d’imprenditoria sociale volto ad offrire servizi alla comunità e alle associazioni territoriali tramite l’inserimento di persone svantaggiate.

Nel quartiere Porto Saragozza, è nato Porta Pratello, uno spazio di mutualismo e condivisione ideato e gestito da Arci Bologna, Caritas Diocesana Bologna e Cooperativa Idee in Movimento. Le tematiche del lavoro, cultura e impegno sociale sono il focus alla base della progettazione condivisa tra le tre realtà che puntano a sviluppare relazioni cooperanti e solidali in un contesto di prossimità. 

Porto Pratello si trova in Via Pietralata - 58,  strada adiacente a Via del Pratello e si dedica alle seguenti attività: servizio di portineria di quartiere, bar, affitto spazi ad associazioni territoriali per la realizzazione di attività sociali ed organizzazione eventi per la comunità (film, spettacoli teatrali e musicali, rassegna del 25 aprile ‘Liberation Front’, rassegna estiva ‘Cassa Comune’). Grazie all’accompagnamento strategico e il supporto economico di Insieme per il lavoro, gli enti responsabili del progetto stanno inoltre puntando allo sviluppo di uno spazio di co-working e al rinnovo dell’arredamento del punto di ristoro e hub informativo, nonché all’implementazione delle strumentazioni utili per i servizi di portineria di quartiere. 

Gli obiettivi del progetto sono  quelli di rappresentare un luogo di aggregazione sociale e punto di riferimento per la comunità locale, favorire il lavoro di rete tra le realtà associative che operano all’interno, creando nuove sinergie territoriali; rappresentare uno spazio di ascolto e indagine sui bisogni della comunità locale e proporre supporto e orientamento ai servizi per la comunità. 

In questo periodo, particolarmente difficile, Porta Pratello sta portando avanti e sviluppando per quanto possibile, le varie attività rispettando le regole vigenti e focalizzandosi su: 

colloqui gratuiti di sostegno psicologico individuale dedicati a stranieri e migranti in collaborazione con l’associazione Approdi; realizzazione di numerosi laboratori per bambini su tematiche artistiche-creative, di educazione ambientale, teatrali, musicali e di musicoterapia in collaborazione con l’associazione Le Ortiche; a febbraio riprenderanno inoltre i laboratori del sabato con il gruppo informale del Mercolello, in cui genitori e volontari ogni settimana organizzano piccoli laboratori e spettacoli con i bambini residenti nel quartiere; infine, tra le varie associazione presenti in loco da qualche settimana si è aggiunta anche Libera Bologna che ha ufficialmente traslocato tra le mura di Porta Pratello, diventata quindi la loro sede ufficiale.