Gli auguri e le buone notizie di Insieme per il lavoro

Alcuni dei numeri più significativi del 2021

 

Il 2021 di Insieme per il lavoro è stato l’anno con il maggior numero di contratti stipulati, tra nuove assunzioni e rinnovi di impiego: oltre 500 con il mese di dicembre. Un record importante: i numeri sono stati presentati alcuni giorni fa in commissione Lavoro del Comune di Bologna.

Dai dati emerge che gli inserimenti lavorativi sono stati paritari tra uomini e donne (50%) e nel 65% riguardano lavoratori italiani. Al 23% sono giovani under 30, il 24% sono 30enni, il 23% sono 40enni e il 21% sono 50enni. Inoltre il 67% degli inserimenti è localizzato a Bologna, per questo in futuro sarà necessario lavorare di più sul territorio metropolitano. Ad oggi sono 109 le imprese che aderiscono al progetto ma sono circa 300 quelle che hanno collaborato nel corso degli anni. Dagli inizi, nel 2017, sono stati 1.345 i contratti di lavoro stipulati e 1.193 i pacchetti formativi offerti.

Per quanto riguarda i corsi di formazione, in particolare, nel 2021 sono stati 425 quelli attivati: al 52% riguardano la formazione tecnico-specifica (ad esempio per oss o addetti alle pulizie), mentre il 15% dei corsi offre competenze più trasversali. Anche in questo caso, il 24% degli iscritti è under 30, il 28% è nella fascia dei trentenni e il 21% è rappresentato dai 50enni. Inoltre, il 60% degli iscritti è composto da uomini. In uscita dalle attività di formazione, i risultati sugli inserimenti sono altissimi: per esempio il corso per operatori socio sanitari finanziato nel 2020 ha riguardato 22 persone di cui 18 sono arrivate a qualifica e tutte sono state inserite; il corso attivato nell’ambito delle pulizie ha invece riguardato 14 persone, 10 che hanno concluso il corso e 8 che hanno trovato lavoro.