Sostenibilità economica, sociale e ambientale. Insieme per il lavoro al Festival dello Sviluppo Sostenibile

Il 18 ottobre si è parlato di "Persone, Pianeta e Prosperità: il contributo delle fondazioni"

 

Due settimane all’insegna del confronto, per condividere le migliori iniziative in Italia e stimolare richieste che dal basso impegnino la leadership del Paese al rispetto degli impegni presi in sede Onu con l’Agenda 2030. Sono gli obiettivi del Festival dello Sviluppo Sostenibile, organizzato da Asvis, l’alleanza italiana per lo Sviluppo sostenibile, la più grande iniziativa di sensibilizzazione della società civile sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, che dal 4 al 20 ottobre rinnova l’appuntamento annuale articolandosi sia in eventi tradizionali in presenza sia online.

Nel convegno del 18 ottobre, dal titolo “Persone, Pianeta e Prosperità: il contributo delle fondazioni”, è intervenuto anche Insieme per il lavoro raccontando il progetto bolognese alla platea presente al Palazzo delle Esposizioni a Roma e a quella che seguiva la diretta streaming sul canale Youtube del Festival.

Si è parlato di come Insieme per il lavoro cinque anni fa sia nato per offrire una risposta di lavoro anche a chi, pur vivendo in un territorio ricco come quello dell’area metropolitana bolognese, un lavoro non lo trova o non riesce a ricollocarsi in autonomia e ha bisogno di un accompagnamento. Si è parlato anche dei punti di forza del progetto, dove parte pubblica, parte privata e settore non profit lavorano assieme su un piano di parità, collaborando fianco a fianco per il raggiungimento degli stessi obiettivi.

In tema di fondazioni, è stato formato un gruppo di ricerca per valutare se la costituzione di una nuova fondazione possa essere la veste più adatta da dare in un futuro non troppo lontano a Insieme per il lavoro. Le risposte arriveranno. Durante il convegno si è messo intanto l’accento su qual è il valore di un soggetto come Fondazione San Petronio all’interno del progetto: quello di agire velocemente su temi urgenti, come il settore pubblico da solo non potrebbe fare.

Una rapidità d’intervento che si rivela essenziale, per esempio, nel binomio formazione-imprese. Lo è più che mai nel periodo che stiamo vivendo, in cui c’è grande richiesta di personale qualificato da parte delle imprese, in particolar modo nei settori dell’edilizia, dei trasporti e della logistica. E’ qui che Insieme per il lavoro, accogliendo i fabbisogni delle aziende del suo board, ha deciso di investire su formazioni finanziate, mirate e brevi, perché le persone siano pronte in fretta, e senza un impegno economico personale, per reinserirsi su un mercato del lavoro che le aspetta.

L’obiettivo è inoltre fare sì che la  formazione non sia mai più un “parcheggio”, come troppo spesso avviene, o uno strumento di ulteriore frustrazione per le persone in cerca di lavoro. Che sia invece solo un veicolo per arrivare prima e nel migliore dei modo al lavoro. Anche questa è sostenibilità economica e sociale.