Corso da Oss, in preparazione la prossima edizione

Partirà a marzo il corso per operatori socio-sanitari di Aeca e Cefal finanziato da Insieme per il lavoro

 

E’ in fase di preparazione il nuovo corso per operatori socio-sanitari (oss) promosso in collaborazione con Aeca e Cefal, in partenza a marzo 2022. Il percorso (Rif. PA 2021-16689/RER), autorizzato dalla Regione Emilia Romagna (Atto del Dirigente determinazione n.24358 del 21/12/2021) e finanziato da Insieme per il lavoro, è gratuito per i partecipanti e si concluderà, secondo il programma iniziale, a gennaio 2023. Sono previste 1.000 ore di didattica, di cui 450 di stage. Il percorso si compone di moduli attuati in alternanza tra formazione d’aula, in situazione, esercitazioni e stage in aziende del settore collocate all’interno del territorio metropolitano di Bologna.

Per accedere al corso sono necessari alcuni requisiti di base:

-         essere iscritti a Insieme per il lavoro,

-         avere la residenza o il domicilio nel territorio della Città Metropolitana di Bologna

-         aver compiuto 18 anni di età

-         titolo di studio minimo: diploma di istruzione secondaria di primo grado o titolo estero equivalente (legalmente tradotto o dichiarazione di valore)

-         assenza di occupazione o occupazione in attività non coerenti con quella di OSS

Per le persone straniere è inoltre necessario possedere regolare permesso di soggiorno e avere una padronanza della lingua italiana non inferiore al livello B1 del Quadro europeo di riferimento per le lingue (CEFR).

Oltre al possesso dei requisiti di base, si accederà al corso previa selezione. L’operatore Socio-Sanitario è una figura in grado di svolgere attività di cura e di assistenza alle persone in condizione di disagio o di non autosufficienza sul piano fisico o psichico, al fine di soddisfarne i bisogni primari e favorirne il benessere, l’autonomia e l’integrazione sociale. L’oss può svolgere la propria attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, pubblico e privato, in servizi di tipo socio-assistenziale, socio-sanitario, residenziali o semi-residenziali, in ambiente ospedaliero o al domicilio dell'utente, sulla base del piano di assistenza individuale e un’assistenza socio sanitaria integrata. L’operatore socio-sanitario volge la propria attività in collaborazione con altri operatori professionali, preposti all'assistenza secondo il criterio del lavoro multi professionale.